Progetto Davide, fondo Covid-19 per aiutare i piccoli lavoratori autonomi

Lettori: 350
VillarbasseVillarbasse

Iniziativa gestita in collaborazione con la Caritas di Villarbasse

Villarbasse – Progetto Davide ha istituito un fondo a rotazione di 10mila euro per aiutare le persone in difficoltà economica a causa dell’emergenza Coronavirus. «L’idea – spiega il presidente Pier Aldo Bona – è quella di fornire uno strumento per aiutare le persone che avevano un’attività, si sono trovate improvvisamente povere ma pensano di ripartire». Ai destinatari viene assegnato un contributo fino a 1.000 euro, da restituire in massimo 18 rate a partire da gennaio 2021, senza interessi, sul modello del microcredito. Il fondo è a rotazione, i prestiti rimborsati vanno nuovamente ad alimentare la dotazione iniziale e tutti i movimenti sono tracciati; chi lo desidera può sostenere il fondo con un’offerta all’associazione.

«Vogliamo dare un contributo – continua Bona – affinché queste persone possano rimettersi in piedi». Sono esclusi dall’iniziativa coloro che già percepiscono altri sussidi diretti. I casi vengono segnalati dalla Caritas Parrocchiale (per informazioni 011.9781039) ed esaminati da una commissione interna a Progetto Davide.

«Esiste un problema sociale – commenta il parroco di Villarbasse don Luciano Morello – che riguarda partite iva e negozi chiusi, e genera nuove povertà». Oltre a collaborare con Progetto Davide per il fondo di rotazione Covid-19, la Caritas di Villarbasse promuove i prestiti sociali della Fondazione Don Mario Operti: fino a 3mila euro per le persone fisiche e 5mila euro per le partite Iva, con un tempo di restituzione di 60 mesi a interessi zero. Il sostegno è rivolto alle categorie più esposte alle difficoltà occupazionali (famiglie numerose, lavoratori o micro imprese impoveriti dalla sospensione produttiva, giovani e adulti espulsi dal lavoro), ed è gestita in collaborazione con Unicredit.

Condividi

Be the first to comment on "Progetto Davide, fondo Covid-19 per aiutare i piccoli lavoratori autonomi"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*