“Una vita in più”, il libro di Paola Loiacono per dire grazie

Lettori: 146

Scritto dopo l’improvvisa malattia che l’aveva portata in terapia intensiva

Villarbasse – Paola Loiacono ha pubblicato «Una vita in più» (Echos Edizioni) per raccontare l’improvvisa e rara malattia che l’ha colpita e il percorso di guarigione, tra l’ospedale di Rivoli e l’Amedeo Savoia di Torino, fino a ritornare padrona del suo corpo e della sua vita.

Dopo il pranzo di Pasquetta, nel 2019, Paola sente mal di gola, prende un blando farmaco, ma in serata peggiora, con male al collo, alle braccia e alle gambe. La mattina seguente è immobilizzata dal dolore e ha febbre alta. Viene portata in codice rosso al pronto soccorso di Rivoli. Dopo vari esami, la diagnosi è «Sepsi da Neisseria meningitidis»: una rara infezione che può portare al decesso in poche ore. I medici di Rivoli intervengono immediatamente per annientare il batterio; Paola finisce in terapia intensiva, poi viene trasferita nel reparto di Medicina e quindi all’Amedeo di Savoia. Il 14 maggio, a tre settimane dalla corsa in ambulanza, Paola viene dimessa e torna a casa per iniziare la riabilitazione.

Paola Loiacono

«L’idea del libro – dice Paola Loiacono – è nata sin dai primi momenti di “deliri morfinici”, quando ero in rianimazione; sono sempre stata lucida e capivo che stavo vivendo un’esperienza unica e surreale che, se ne fossi uscita, avrei voluto raccontare, con la finalità di ringraziare. Da subito, infatti, sono stata avvolta da un mondo di passioni per la famiglia e per il lavoro, e di grandissimo sostegno a livello emotivo, da parte dei familiari e dei medici che, oltre alla professionalità e alla competenza, hanno messo umanità».

Potendola raccontare, questa è stata per Paola Loiacono «un’esperienza bellissima dal punto di vista del nutrimento dell’essere e mi rimane quel mondo di affetti che mi ha sostenuto». L’autrice ha inoltre scelto di utilizzare i social per «innescare un circolo virtuoso di emozioni e sensazioni, una condivisione di pensieri positivi».

«Oggi – conclude Paola Loiacono – sono una persona diversa e vedo la vita in modo diverso; prima ogni minima cosa era un problema, ma quando sull’altro piatto della bilancia hai la morte ti rendi conto che bisogna dare alle cose il giusto peso, e magari mettere un sorriso in più».

Condividi

Be the first to comment on "“Una vita in più”, il libro di Paola Loiacono per dire grazie"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*