Raccolte 929 firme, sindaco compreso, per impedire la chiusura della banca

Da sinistra, il sindaco Eugenio Aghemo con Beppe RossoDa sinistra, il sindaco Eugenio Aghemo con Beppe Rosso

Il Comune ha chiesto di dotare la succursale di un bancomat evoluto

Villarbasse – «Finora abbiamo raccolto 929 firme»: Beppe Rosso è molto soddisfatto della risposta dei villarbassesi alla petizione per impedire la chiusura della succursale di Intesa Sanpaolo, unica banca del paese (con 3.500 abitanti). Ieri mattina, davanti allo sportello, ha incassato anche la firma del primo cittadino.

Spiega il sindaco Eugenio Aghemo: «Come amministrazione, ad agosto, abbiamo chiesto di dotare questa sede di un bancomat evoluto, con il quale è possibile effettuare anche versamenti e pagamenti, per offrire un servizio maggiore e compensare il disagio creato dalla riduzione degli orari di apertura». Da luglio, infatti, la banca è aperta soltanto al martedì e al giovedì, con servizio di cassa esclusivamente al mattino. «La banca ha delle responsabilità – aggiunge Rosso – nel garantire un servizio importante per il territorio, sia per le persone che per le aziende».

«Dotare la filiale di un bancomat evoluto – sottolinea Aghemo – sarebbe la dimostrazione della volontà di mantenere operativa questa succursale». Finora, però, dai vertici del colosso bancario non è arrivata alcuna risposta.

Be the first to comment on "Raccolte 929 firme, sindaco compreso, per impedire la chiusura della banca"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizziamo esclusivamente cookie tecnici per la gestione del servizio. Navigando nel sito acconsenti ad archiviare tali cookie. Leggi | Chiudi