Drone sorvola il paese, è mistero

Lettori: 109

Villarbasse – Alcuni cittadini hanno segnalato, la sera di domenica 29 luglio, un drone che volava in centro, vicino alla scuola elementare, e nelle zone di via Croce Sant’Amato e via Cesare Pavese; non risultano segnalazioni alle autorità. È probabile che si sia trattato di un appassionato, ma va ricordato come i droni siano stati utilizzati, in altre regioni italiane, dai ladri per perlustrare il territorio e, sul fronte opposto, dalle forze dell’ordine per aumentare la sicurezza dei cittadini.

La normativa prevede che i droni ad uso ricreativo vadano considerati aeromodelli e, dunque, possano liberamente volare purché in aree non popolate, di giorno e a una distanza massima di 200 metri dal pilota; gli apparecchi per uso professionale, invece, hanno bisogno di autorizzazioni speciali rilasciate dall’Enac (Ente nazionale aviazione civile).

Cinefly è un’azienda di Villarbasse che utilizza droni per riprese cinematografiche. «Le norme esistono – commenta Fabio Lanzini, uno dei soci – ma purtroppo in molti non le rispettano, e così sempre più spesso vediamo droni volare dove non sarebbe permesso».

Be the first to comment on "Drone sorvola il paese, è mistero"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*