“Pastore”, mandria di parole tra voci, testi e musiche

Lettori: 49

Rivoli – Domenica 20 gennaio alle ore 17 al teatro del Castello di Rivoli va in scena «Pastore» di Gianfranco Mura, con testi e recitazione di Raffaello Fusaro, il canto di Valentina Casula e le musiche di Makika (Carlo Spiga). Evento nel cartellone di Rivolimusica, ingresso gratuito.

Spiega la presentazione: «Settanta scatti realizzati dal fotografo Gianfranco Mura negli ovili sardi diventano immagini assolute, neutre, decontestualizzate come sono su un limbo bianco che le estranea dall’universo campestre stagliandole contro una dimensione di perfetto infinito: i soggetti sono tutti pastori, orgogliosi testimoni della “verità della vita che si rinnova e si perpetua”.

«Durante il “tour fotografico” intrapreso lungo la Sardegna agreste per carpire i mondi resi dallo sguardo attento e contemplativo di questi eterni “custodi della vita” che con la natura instaurano un rapporto privilegiato e unico, Mura raccoglie frasi, brevi pensieri, emozioni dei suoi soggetti; il regista e sceneggiatore Raffaello Fusaro riorganizza il prezioso materiale che diventa testo per un reading, mentre Carlo Spiga, il cui progetto Makika si tinge dei colori musicali Sardegna, Asia centrale, Georgia e Africa, compone per l’occasione una colonna permeata di sonorità elettroniche, chitarre sperimentali e vocalizzi tribali. Con lui la raffinata voce di Valentina Casula, già studiosa e interprete di word music e jazz, nonché ricercatrice di sonorità popolari».

Condividi

Be the first to comment on "“Pastore”, mandria di parole tra voci, testi e musiche"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*