Organalia 2020, ritorna la musica

Lettori: 65

Primo concerto giovedì 18 giugno a Nole

Nole – Organalia 2020 propone quattro concerti a Nole, Romano Canavese, Strambino e Moncalieri, realizzati applicando il protocollo di prevenzione anti Covid-19 che prevede la sanificazione prima e dopo l’appuntamento, la rilevazione della temperatura corporea, l’utilizzo obbligatorio della mascherina per ogni spettatore per tutta la durata del concerto (fornita gratuitamente se lo spettatore ne è sprovvisto); inoltre, all’ingresso le persone vengono invitate a utilizzare il gel igienizzante e ad occupare il posto segnalato, rispettando il distanziamento, mentre al termine del concerto l’uscita del pubblico viene gestita in modo da evitare gli assembramenti.

Il primo concerto ha luogo a Nole, giovedì 18 giugno alle 21, nel Santuario campestre dedicato a San Vito martire. L’appuntamento è caratterizzato dal debutto nel circuito di Organalia dell’ensemble «Accademia degli Umoristi» formato dai flautisti Susanne Geist e Giulio De Felice, dai trombonisti Stefano Cicerone e Alessandro Lione, dal tiorbista Francesco Olivero e dall’organista Matteo Cotti. Questi giovani musicisti piemontesi hanno scelto di chiamare il proprio gruppo come la celebre accademia sorta a Roma nel 1600, in piena Arcadia, della quale fecero parte letterati del calibro di Guarini, Tassoni e Marino. «Un bel segnale per la cultura musicale italiana – commentano gli organizzatori – che Organalia ha subito colto, invitando l’Accademia degli Umoristi a tenere un concerto interamente dedicato al compositore veneziano Dario Castello, vissuto dal 1602 al 1631, con una serie di sonate concertate in stil moderno grazie alle quali si potranno ascoltare i flauti dolci, i tromboni, la tiorba e il liuto con la presenza dell’organo portativo che per l’edizione 2020 sarà fornito dall’organaro biellese Alessandro Rigola». Il concerto si svolge all’esterno della chiesa campestre; in caso di maltempo viene spostato nella parrocchiale di San Vincenzo martire nel centro di Nole.

Gli altri concerti sono in programma a Romano Canavese, sabato 20 giugno con l’Accademia del Ricercare nella chiesa parrocchiale dedicata a santi Pietro e Solutore, a Strambino venerdì 26 giugno con l’Arsnova Wind Orchestra e un programma dedicato a padre Davide da Bergamo (organista e compositore del mondo musicale del Risorgimento italiano), e a Moncalieri venerdì 3 luglio nella Insigne Collegiata Santa Maria della Scala con il debutto di un ensemble di giovani musicisti piemontesi denominato «Didone abbandonata». Organalia è un progetto della Città Metropolitana di Torino sostenuto dalla Fondazione CRT, organizzato dall’omonima associazione culturale che quest’anno festeggia il diciottesimo compleanno. Info 333.8447307.

Condividi

Be the first to comment on "Organalia 2020, ritorna la musica"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*